BLOG


BLOG/MARKETING, DIGITAL & CONNECTION

03 | 2017

marketing, digital & connection

La quarta rivoluzione industriale.

Internet of Things è un termine che definisce la diffusione sempre maggiore di oggetti con una loro identità digitale che, interagendo con l’esterno, tra di loro e con altre identità (umane e non), raccolgono e trasmettono dati e segnali, grazie all’utilizzo delle connessioni wireless.

Un esempio? Pensate alla vostra casa e immaginate di poter regolare il termostato o il climatizzatore direttamente da un’app installata nel vostro smartphone. 
Ma i sistemi IoT trovano applicazione anche in ambito industriale, e in particolare nella cosiddetta Industria 4.0.
 

L’industria 4.0 è la quarta rivoluzione industriale, che ha preso vita con la nascita delle cosiddette “smart factories”, aziende intelligenti, in cui i sistemi monitorano l’attività delle macchine e permettono di decentralizzare il processo decisionale. In un numero sempre maggiore di realtà, la robotica viene infatti connessa da remoto a sistemi computerizzati che riescono a controllare i sistemi robotici stessi con un minimo input da parte dell’operatore. 


Un’azienda può essere considerata 4.0 se include:
-    sistemi cyber-fisici complessi che interagiscono con la produzione grazie a un uso della rete sempre più massiccio e possibilità di controllo di tutte le operazioni in tempo reale;
-    l’interoperabilità tra macchine, device, sensori e persone, che comunicano tra loro tramite connessione wireless;
-    la trasparenza dell’informazione;
-    un nuovo livello di assistenza tecnica, soprattutto per quelle attività che possono comportare un rischio fisico per il lavoratore;
-    la decentralizzazione del processo decisionale dei sistemi cyber-fisici;
-    una nuova industrializzazione virtuale: ogni processo verrà sempre più simulato e verificato in virtuale prima di partire con la produzione fisica.


È così che la produzione diventa più snella, lavora con maggiore precisione ed efficienza anche nell’allocazione delle risorse, eliminando gli sprechi, riducendo i costi operativi e gli investimenti. 
La stessa efficienza si trasferisce anche ai sistemi di monitoraggio e tracciabilità, ad esempio nella spedizione dei prodotti, e permette il controllo sulla conformità alle specifiche di produzione e la possibilità di risalire velocemente alle cause di eventuali difetti. Un modo ulteriore per tutelare il rapporto con i clienti e aumentarne il grado di soddisfazione e, di conseguenza, di fidelizzazione al marchio.



Diverse sono le sfide da affrontare nell’adottare il modello dell’Industria 4.0, prima fra tutte quella di tipo culturale: adottare questi strumenti, per un’azienda, significa non solo una svolta tecnologica dei macchinari, ma anche un cambiamento nel fattore umano, nella leadership, che deve essere preparata ai cambiamenti che essa comporta, e nella vision operativa. 


Se pensate che la vostra azienda sia pronta per una svolta nell’Industria 4.0, contattateci: potremmo discutere insieme la soluzione migliore per voi.
 

AUTORE:  Roberto

TAG:   industria4.0,   internetofthings,  

LEGGI ANCHE